Blog: http://giustiziaedemocrazia.ilcannocchiale.it

Verso il referendum - 1

Direttamente dal sito del Ministero dell'Interno, analizzerò per quanto mi sia possibile, la riforma proposta dal solo centrodestra in questo referendum:

Art. 3 - Modifica dell'articolo 57 della Costituzione

....Partecipano all'attivita' del Senato federale della Repubblica, senza diritto di voto, secondo le modalita' previste dal suo regolamento, rappresentanti delle Regioni e delle autonomie locali.

I rappresentanti delle Regioni e delle autonomie locali, i VERI rappresentanti di quelle realtà, non hanno diritto di voto al senato federale.  C'è qualcosa che non quadra...

Art. 4 - Modifica dell'articolo 58 della Costituzione

Art. 58. - Sono eleggibili a senatori di una Regione gli elettori che hanno compiuto i venticinque anni di eta' e hanno ricoperto o ricoprono cariche pubbliche elettive in enti territoriali locali o regionali, all'interno della Regione, o sono stati eletti senatori o deputati nella Regione o risiedono nella Regione alla data di indizione delle elezioni

Giusta la prima delle due parti, cioè puoi diventare senatore di una Regione se hanno ricoperto o ricoprono cariche pubbliche elettive a livello locale o regionale, ma non quell' OPPURE se hanno residenza in tale Regione.

Allora, se io voglio che... per esempio... un politico della Sicilia venga eletto come rappresentante del Friuli, gli cambio la residenza per le elezioni, e mi occupa il posto da senatore che mi interessa. Ricordo che la nuova legge elettorale permette ai partiti di mettere i loro capolista un po "come vogliono".

Questi sono 2 punti su cui mi fermo oggi, di analisi sulla riforma, su cui bisogna riflettere.
Domani sera vedrò di proseguire. Questo ad aggiungersi alle altre idee a riguardo la riforma (Corte Costituzionale, CSM... ).

Pubblicato il 21/6/2006 alle 7.36 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web